Home » Contucci, Vino Nobile dal 1773
Food & Wine in Progress 2015

Contucci, Vino Nobile dal 1773

Poggio Pratelli

Qualità, identità territoriale, sicurezza alimentare,  sono queste le parole d’ordine in Toscana nel settore agroalimentare.  Nel corso della manifestazione Food e Wine in Progress svoltasi a Firenze, abbiamo realizzato alcuni focus su alcuni prodotti d’eccellenza.

La famiglia Contucci già fin dal Rinascimento coltivava la vite ed è noto come nel 1700 fosse già molto apprezzata questa sua attività. I Contucci, infatti, sono stati tra i “padri putativi” del Vino Nobile di Montepulciano (documento del 1773) contribuendo in maniera determinante a renderlo famoso nel mondo: “un vino ottenuto con le uve nobili destinato alle mense dei nobili”; nel 1800 la loro fama è dimostrata da numerose medaglie ed attestati.

Le viti, costituite solamente da vitigni autoctoni (Prugnolo Gentile, Canaiolo nero, Mammolo, Colorino, Trebbiano Toscano, Malvasìa del Chianti e Grechetto), sono allevate a cordone speronato ed hanno una densità di circa 3300/4000 piante per ettaro, con rese contenute (inferiori a 55 q/ha) che consentono di ricavare uve di ottima qualità. Gli interventi agronomici sono sempre improntati al massimo rispetto dell’ambiente; viene praticata la “lotta guidata”; la concimazione, la potatura corta e il diradamento dei grappoli vengono praticati a seconda delle necessità dell’annata. La raccolta viene fatta comunque a mano, in cassette, e con più passaggi selezionando i grappoli; è iniziata la graduale sostituzione dei vigneti più vecchi.

Questi prodotti rappresentano un patrimonio culturale di sapori, mestieri, conoscenze che testimonia quanto sia importante, per la Toscana, la qualità a tavola.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi