Home » Verrazzano, l’umanista e scopritore nato a Greve
Tradizioni

Verrazzano, l’umanista e scopritore nato a Greve

Poggio Pratelli

Giovanni da Verrazzano nasce a Greve in Chianti intorno al 1485 uno dei più grandi navigatori italiani primo europeo ad arrivare sulle coste del Nord America

Ogni anno il Verrazzano Day si conferma una emozionante tradizione ricca di significato, quest’anno al Castello di Verrazzano, il capo della rappresentanza Lakota Sioux ha firmato un patto di solenne amicizia con il Comune di Greve, in nome dei comuni valori di solidarietà e di pace tra i popoli e sostenibilità ambientale.

justbeautiful_verrazzano_day_greve_in_chianti_1

Durante la celebrazione il sindaco di Paolo Sottani ha sottolineato l’importanza dell’ integrazione  e rispetto reciproco tra i popoli, soprattutto in questo particolare momento storico che vive l’Italia a e l’Europa.

Al convegno, dal titolo “Giovanni da Verrazzano, Nuovi mondi Antiche culture” sono intervenuti Luigi Giovanni Cappellini presidente della Fondazione Giovanni da Verrazzano, Alessandro Martire, italiano, avvocato, delegato del Governo della Nazione Lakota Sioux, il capo indiano Leonard Crow Dog Jr, Frederick Thomas Haukaas, artista Lakota e Cathy Smith, costumista cinematografica e nomination al premio Oscar per i costumi del film Balla con i lupi.

justbeautiful_verrazzano_day_greve_in_chianti_2

La giornata è proseguita con l’incontro a tavola tra i piatti della tradizione Lakota e chiantigiana, un antipasto toscano e pane fritto Lakota. Come primi piatti: ribollita, zuppa di bisonte, pasta al ragù mentre di secondo arista al forno e stufato di bisonte con contorni di patate al forno.

justbeautiful_verrazzano_day_greve_in_chianti_8

Il mio pranzo è stato allietato da due simpaticissime signore Marilu Tapinassi, grevigiana che lavora nel campo della moda in America e  Mari Teresa Sachele, siciliana trapiantata in America che parla perfettamente l’Italiano. Proprio Marilu mi ha raccontato che la squisita ribollita assaggiata (ricetta originale di Clara Arzilla Cappellini) è una tipicità Chiantigiana. Infatti a differenza di tutte quelle assaggiate, questa aveva la presenza del pomodoro, anche per questo grazie a Giovanni da Verrazzano.

justbeautiful_verrazzano_day_greve_in_chianti_7

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi